Innocenti Wines | Le Tendenze del vino in Valdelsa

Le tendenze del vino in Valdelsa

“I giovani in Valdelsa amano il vino biologico, schietto e con vitigno autoctono”

Come abbiamo raccontato a testate come La Nazione e Chianti Sette in occasione della nostra inaugurazione de “L’evoluzione del fare enoteca”, questa è solo una delle tendenze che abbiamo rilevato nell’ultimo periodo.

Secondo la nostra esperienza, i valdelsani amano le bollicine, il Prosecco, ma anche il metodo classico e lo Champagne. Fra i vini che si stanno rivalutando emerge fortemente la Vernaccia di San Gimignano. Il pubblico della zona sta scoprendo, inoltre, vini come il Montecucco e quelli della lucchesia, caratterizzati da una gradazione non molto forte e da un buon bilanciamento tra acidità e tasso alcolico.

Un trend positivo è quello che sta facendo registrare il bag in box: nato per il mercato del Nord Europa, il contenitore è sempre più apprezzato anche da noi. Le ragioni? Al suo interno si trovano gli stessi ottimi vini che si trovano in bottiglia. Si sta scoprendo inoltre il piacere dello sfuso, che dà una sorta di contatto diretto con il produttore.

Per quanto riguarda i giovani, in Valdelsa amano il vino biologico, locale, prodotto da piccole aziende e con vitigni autoctoni. Stanno sviluppando grande attenzione e un approccio giusto al vino. Si beve per il piacere di farlo, si assaggia, si capisce quello che c’è dentro una bottiglia.

Il pubblico oggi si conquista con vini schietti, si vuole sentire il vitigno autoctono e la lavorazione. Mentre qualche anno fa il vino doveva sapere di legno ed essere concentrato, oggi deve essere elegante e devono prevalere i sentori primari.